Salve sognatori!

Ma buonasera!!

Ma come va? Io bene… Mi sto riprendendo da queste giornate del cavolo fatte da tosse, mal di gola, ecc…

Beh che dire… Ieri neanche un misero post per la festa della donna… Eh già… Neanche un misero “auguri” ho scritto.

E sapete perchè?

Per il semplice fatto che noi donne non lo siamo solo l’8 marzo, e che tutti devono ricordarselo!

Devono ricordarsi che le donne non sono state create per fare le “servette” a casa, dove devono lavare-asciugare-pulire-sistemare perchè sennò voi maschietti vi innervosite se trovate la casa appena appena disordinata, o se non avete la roba pulita per andare al lavoro…

Ma voi le manine non ce l’avete? Non ci riuscite a mettere avanti una lavatrice e poi stenderla?

Sembrerebbe di no…

L’unica cosa che chiedono le donne al giorno d’oggi, non è un uomo che regala la mimosa e le fa sentire speciali l’8 marzo!

Chiedono un uomo che le fa sentire speciali 365 giorni l’anno, che le riempie di attenzioni, anche piccole (per esempio un bigliettino con un semplice “ti amo” lasciato sul comodino, o sul tavolo vicino alla tazza della colazione), un uomo che le regala fiori anche quando non c’è nulla da festeggiare.

Perchè una donna, è donna tutto l’anno, non solo un giorno!

Ci sono donne che però non aspettano altro che l’8 marzo per “evadere” dalla coppia: ed ecco che migliaia di donne, con le loro amiche, se ne vanno a cena fuori con annesso spogliarello.

Volete sapere come ho passato il mio 8 marzo?

A casa! Ho invitato a cena il cugino del mio ragazzo, abbiamo mangiato tranquillamente mentre vedevamo un film e dopo il dolce si sono messi a giocare con la play station.

Questo è stato il mio 8 marzo: rendere felice la persona che amo.

A lui piace giocare con la play insieme al cugino, anche perchè si sfoga delle pressioni settimanali.

E quindi: perchè non accontentarlo? 😀

Beh, ora vi lascio.

Domani è un gran giorno: è il compleanno del mio amore!!!

E quindi: notteeeeeee!!!!!

Baci, Lilith!

Annunci