Non ho parole…

Esatto… Non ho parole… Mi spiegate che succede???
OK, io ho il mio caro orologio biologico che é in tilt per i cazzi suoi da ormai qualche anno…
Ma qui si é avverata la barzelletta:”Scoppia una scatola di piselli in un supermercato – 3 commesse incinte”…
Non é possibile… O sono io che, col fatto che vorrei avere un/a figlio/a (ma, purtroppo x colpa di questa cazzo di crisi che non si riesce a trovare lavoro neanche a pagarlo, al momento é una cosa impossibile da realizzare) mi accorgo di tutti i pancioni e di tutte le neomamme che passano… Oppure qui l’autunno/l’inverno/la primavera/l’estate scorsi so stati freddi o la gente proprio non aveva nient’altro da fare… Dove ti giri ci sono donne e ragazze felici per i loro pancioni, felici di sentire i loro figli nelle pance che scalciano; oppure coppie felici che escono con gli amici con la carrozzina e il pupo/la pupa che dorme all’interno… Poi per non pensarci ulteriormente apri facebook per cazzeggiare un po’… E cosa trovi? Una tua amica (incinta) con le mani a cuore sulla pancia; la ragazza di un tuo amico (anche lei incinta) che gli fa gli auguri di compleanno scrivendosi “Auguri papà” sul pancione; un’altra tua amica che ha partorito un bel maschietto di 3,605 Kg…
Arriverà anche per me quel giorno?! Arriverà anche per me il giorno in cui farò milioni di foto per non perdere neanche un istante del mio pancione che cresce e cresce…?!

Ok, dopo questo “sfogo” devo aggiornarvi su una cosa… Io e Luca non conviviamo più a casa di mia nonna (ma stiamo ancora insieme tranquilli!!) perché è ritornato mio padre e per altri 3-4 mesi non se ne parla di tornare lì… Mio padre ha trovato un lavoretto qui e ha deciso (giustamente) di tornare dalla Puglia… Anche perché giù non lavorava… E fino ad aprile che mio zio riprende la gestione del bar sta senza fare nulla… Sono ancora più demoralizzata, cavolo… 27 anni e ora che pensavo di avere una piccola speranza in questa vita di merda, devo ricredermi…

Basta pensare a ste cose che sennò mi deprimo ancora di più… Già oggi il tempo non è dei migliori e anche lui fa la sua parte nel deprimermi…

Via, mi metto a disegnare uno stencil per l’azienda dove lavora Luca… devo fargli lo stencil del logo Osmotech che poi lo devono riprodurre sulle bombole degli impianti.

Alla prossima avventura/disavventura!

Baci, Lilith!

sa

Sono tornata! News + ho una confessione da fare…

Siii!!! Sono ancora qui a rompervi le scatole con quello che mi succede e soprattutto che non mi succede in questo paesino di m***a in cui mi ritrovo da quando sono nata.

  • Paesino di m***a perchè qui durante la settimana (domenica – giovedì) il bar che chiude PIU’ TARDI chiude alle 21, il venerdì alcuni osano stare aperti anche fino alle 3:00/4:00 del mattino, mentre il sabato all’una è tutto chiuso perchè si deve andare a ballare…
  • Paesino di m***a perchè se non hai conoscenze al Comune o sei italiano non trovi lavoro; anche se vai a chiedere in giro e ti offri per gli stessi soldi che danno agli stranieri, ti viene risposto:”E allora mi tengo loro!” Ma magari bruci tu, l’azienda tua e tutti quelli che ce lavorano, stronzo!
  • Paesino di m***a perchè durante la festività patronale, mentre c’è uno spettacolo teatrale in piazza, vi sembra normale litigare tra voi (sto parlando di due stranieri) e iniziare a corrervi appresso muniti di mazze per suonarvele di santa ragione ferendo pubblico e artisti che si stavano esibendo? Vi sembra normale che sempre per colpa di due stranieri, un normale cittadino quest’estate non poteva passare con la macchina nella piazza principale perchè i suddetti stranieri stavano GIOCANDO A TENNIS IN PIAZZA?! Io non sono razzista, ma tutta st’accoglienza mi dispiace io non ce l’ho! Soprattutto se nel MIO paese finisco per essere discriminata IO per quanto riguarda casa e lavoro!

Ma comunque, tolto questo mini-sfogo sul mio paese… Passiamo alle News…

  1. Luca ha trovato lavoro!!!! Sono contentissima perchè lo vedo più “rilassato” per quanto riguarda questo aspetto della sua vita (anzi, della nostra vita), sono felicissima e orgogliosa di lui. Non sarà un lavoro d’ufficio da 3500 euro al mese. Come si dice: “bisogna sudarseli i soldi”. Infatti lavora con una ditta di Impianti di Dearsenificazione dell’Acqua. Ci sono giorni “leggeri” che deve stare in ufficio a fare telefonate per ricordare ai vari clienti quando devono fare il cambio filtri del macchinario, ma giorni “pesanti” che in 12 ore si è fatto più di 400 km: Civita – Roma – Anzio – Nettuno – Civitavecchia – Tarquinia – Civita. Non male, no? [Se volete maggiori info sugli impianti vi lascio il link alla pagina Facebook dell’azienda: Osmotech].
  2. I miei genitori si stanno separando. O meglio, si sono separati ma l’ufficialità la darà il giudice il 26 novembre. Fortunatamente si sono lasciati “bene” nel senso che sono rimasti amici, parlano, scherzano, stiamo a pranzo tutti insieme. Io più che dire ai miei:”Se questo è quello che vi sentite di fare che vi rende felici fatelo. Sappiate che comunque a me dispiace questa cosa, ma se rende felici voi me ne farò una ragione”. Più di questo non ho saputo dirgli.
  3. Siccome io ancora sono senza lavoro (purtroppo… il 22/09 ho un colloquio all’ufficio di collocamento, speriamo bene!), vorremmo entrambi la nostra indipendenza dai nostri genitori e con solo i soldi che prende Luca non riusciremmo mai ad affrontare una spesa del tipo “affitto+bollette+spesa+ecc” ho parlato con mio padre che martedì torna in Puglia da mio zio e mia nonna. Morale della favola gli ho detto, senza girarci troppo intorno, se mentre lui era giù io e Luca potevamo usufruire di casa di nonna che si trova qui nel paese. Non è cattiveria, ma mi sa un tantino insensato che io che ho una casa VUOTA qui debba andarmene in affitto da qualche altra parte. Gli ho detto che avremmo pagato le bollette e che due giorni prima che tornano (a novembre) mi deve chiamare così io ho il tempo di raccogliere le mie cose e pulirgli casa. Poi quando loro se ne tornano in Puglia io e Luca torniamo a casa di nonna. Detta così sembra complicato ma in realtà è molto semplice come ragionamento, e la cosa importante è che papà è d’accordo!!!

Allora con le news mi fermo qui, passiamo all’altro argomento del post…..

Mi sento inutile. Non ho soldi, non ho un lavoro, non ho nulla (a parte la famiglia e la salute fortunatamente).

E poi ad essere sincera mi inizia a pesare questa situazione che io a 27 anni sono ancora a casa con mamma, non ho nulla di MIO (a parte la macchina).

Vorrei una casa tutta mia, vorrei un matrimonio con Luca, vorrei un figlio con lui.

Mi pesa vedere tutte le mie amiche incinte, sposate. Mi fa sentire inutile!

Chiamatelo discorso egoistico da parte mia, ma io vi dico che non è così!

Perchè anche a Luca pesa il fatto che a 31 anni ancora non ha una famiglia, e ogni tanto me lo dice.

Vi sembra normale una situazione del genere?

Sto iniziando a pensare di essere sull’orlo dell’entrare in depressione, perchè oltre a questo tipo di pensieri, mi viene da piangere per niente, sono diventata troppo sensibile ed emotiva… Ogni volta che andiamo a casa di amici che hanno bambini li spupazzo come se fossero miei, poi mi sento in colpa e la mente mi inizia a vagare su pensieri del tipo:”Riuscirò mai ad avere una famiglia tutta mia? Bambini da far mangiare, da portare a scuola, da aiutare con i compiti o anche da sgridare se fanno qualcosa che non deve essere fatto”.

Lo ripeterò fino allo sfinimento: mi sento inutile!

Poi a questo aggiungiamo che nel giro di una settimana al bar dove usciamo di solito siamo venuti a sapere che tre nostre amiche sono incinte, una addirittura di due gemelli! Ecco che mi sento ancora più inutile!!!

Scusate lo sfogo, ma mi ci voleva proprio stasera. Ho scritto un papiro che non finisce più, ahahahah!!!

Vado a nanna ora, che sennò chi si sveglia domani mattina?

Buonanotte sognatori, a presto (spero!).

Baci, Lilith!

Io da piccola alla casa al mare!

Io da piccola alla casa al mare!